fbpx
Dark Light

La Casa d’Aste Pandolfini torna in sala nel mese di aprile con una tre giorni di aste che si apre con i dipinti e si chiude con i libri, il cui ideale trait d’union è il catalogo opere su carta, affascinante e vivace settore in costante crescita. Le opere messe all’incanto offrono un ampio e variegato corpus di fogli dal XV al XIX secolo e una selezione di rare e antiche mappe geografiche in linea con le aspettative e il sempre maggior interesse del mercato internazionale.

 

Arcade – Dipinti dal XVI al XX secolo

Firenze, Borgo degli Albizi 26
Asta 13 aprile. Esposizione 9 -12 aprile dalle 10 alle 18, domenica dalle 10 alle 13

Arcade è il marchio con cui Pandolfini identifica una proposta sempre di qualità maeconomicamente più accessibile della consueta. La varietà dei lotti proposti, che va dalle scuole pittoriche italiane a quella inglese o di Fontainbleau, fino all’Ottocento e primo Novecento con Lojacono, Fattori, Nomellini, Ciardi, Gola, Morbelli e molti altri, offre un appassionante viaggio dal Cinquecento al Novecento particolarmente interessante, infatti, alla luce della loro storia collezionistica, molte di queste opere costituiscono interessanti novità per il mercato.

 

Opere su carta – Disegni, dipinti e stampe dal XV al XIX secolo

Firenze, Borgo degli Albizi 26
Asta 14 aprile. Esposizione 9 -12 aprile dalle 10 alle 18, domenica dalle 10 alle 13

Dürer, Rembrandt, Grechetto, Tiepolo e altri grandi maestri sono i protagonisti della sezione dedicata all’incisione, mentre quella dedicata va da Rosalba Carriera e Lorenzo Bernini al primo Ottocento con opere di Ademollo e Pelagaio Pelagi. Trait d’union con l’asta del giorno seguente sono due splendide mappe con acquarellatura antica, una di Cornelis De Jode e una di Rumor Mercator.

 

Libri, manoscritti e autografi

Firenze, Borgo degli Albizi 26
Asta 15 aprile. Esposizione 9 -12 aprile dalle 10 alle 18, domenica dalle 10 alle 13

Il catalogo conta di 194 lotti, nutrita la serie dei top lot, spiccano i Quattro libri dell’architettura di Palladio (1570), “Dialogo sopra ai massimi sistemidi Galileo (1581), la Cosmographie di Munster e Belleforest. Poi la Storia naturale degli uccelli che nidificano in Lombardia del Bettoni, il più bel libro ottocentesco italiano di ornitologia e più di 20 libri di caccia. Ancora, rimarchevoli manoscritti come il “Monumentale graduato miniato” per il Cardinale Scipione Borghese o 15 Iniziali Miniate del Ridolfi. Infine molti libri di argomento fiorentino e toscano.

Per consultare il comunicato stampa ufficiale, si rimanda al sito Pandolfini Casa d’Aste.

Immagine in anteprima
Natura morta con frutta e farfalla, Scuola fiamminga XVII secolo
Asta Arcade. Dipinti dal XVI al XX secolo, Pandolfini Casa d’Aste 13 aprile 2021
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *





Iscriviti alla Newsletter Artness
ISCRIVITI




Related Posts