fbpx
Dark Light

Tra gli anni Sessanta e Settanta, accanto alla Vespa, la Lambretta, la macchina da scrivere Lettera 22 e al telefono Grillo, si impone un’altra icona destinata a restare nella storia: parliamo della indimenticabile penna stilografica Aurora 88, che, al pari delle suddette icone, segna il periodo del boom economico in Italia.

In seguito agli anni del secondo dopoguerra, che avevano lasciato l’Italia nel profondo lutto e nella devastazione, vi fu un periodo di ripresa economica e rinascita dopo il buio del conflitto mondiale che condussero nel 1945 alla firma della resa delle forze armate tedesche presenti nel Paese. La rinascita italiana, consentita dalle ritrovate condizioni di pace, permise così di gettare le basi di un lungo percorso di ricostruzione che sarebbe culminato, tra gli anni ’50 e ’60, nel periodo del “boom economico”, in cui si fecero strada un ritrovato benessere, grande crescita economica e sviluppo tecnologico.

Sono gli anni in cui sul mercato padroneggiano la Fiat 500 e 600, la Vespa e la Lambretta, la macchina da scrivere Lettera 22, il telefono Grillo, la fonovaligia Lesa, e, nel campo degli strumenti da scrittura, la mitica e intramontabile penna stilografica Aurora 88, che, al pari delle suddette icone, segnò il periodo del boom economico in Italia.

La ditta di penne stilografiche Aurora era stata costretta allo spostamento di sede a causa di un bombardamento nel ’43 e in occasione del rilancio dell’attività aziendale, in pieno periodo di ricostruzione, Giovanni Enriques, subentrato al fondatore Isaia Levi, si affida al celebre designer Marcello Nizzoli, già noto per la realizzazione della struttura della macchina da scrivere extrapiatta “Lettera 22” della famosa ditta Olivetti.

È dunque a Marcello Nizzoli che si deve la realizzazione del design della famosa Penna Aurora 88 nel 1947. Realizzata in risposta all’americana Parker 51, l’Aurora 88, è stata una penna che ha fatto la storia. Costruita con un design innovativo per i materiali di prima qualità, raggiunse caratteristiche di scrittura eguagliabili ai modelli più importanti a livello mondiale.

La penna stilografica Aurora 88, accompagnata dallo slogan pubblicitario “bella e fedele”, arriverà in breve tempo a superare il milione di pezzi venduti in tutto il mondo, restando il prodotto di gamma più ambito per svariati anni anche per merito delle varianti del modello 88K e 88P.

Leggi l’articolo completo su La settimana di Pandolfini, il blog di Pandolfini Casa d’Aste.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *





Iscriviti alla Newsletter Artness
ISCRIVITI




Related Posts