fbpx

La preziosa collezione personale del Maestro Piero Guccione è pronta per essere messa in vendita dalla casa d’aste siciliana, sabato 4 novembre. Una selezione di 150 opere, che spaziano tra dipinti ad olio, stampe e pastelli. Alcune di queste tele sono dedicate al Maestro stesso, dipingendo un affresco della ricca complessità del Novecento e di tutte le sue molteplici sfaccettature

Cinque anni fa, il 6 ottobre del 2018, il mondo dell’arte piangeva la scomparsa di uno degli esponenti italiani più illustri. Nato a Scicli nel 1935, Piero Guccione è stato definito il maggior pittore italiano degli ultimi cinquant’anni anni, autore di una sintesi suprema di pittura figurativa ed astratta. Membro e promotore del Gruppo di Scicli, nel 1954 si trasferisce nella capitale per frequentare l’Accademia di belle arti di Roma, divenendo assistente di Guttuso dal 1966 al 1969. Qui frequenta i pittori neorealisti della Galleria Il Pincio a Piazza del Popolo.

Nonostante le vicende della vita lo abbiano portato a spostarsi per diverso tempo a Roma, Guccione ha sempre mantenuto un forte legame con la Sicilia, sua terra d’origine, dove tornerà nel 1979 costruendosi a Quartarella una casa-studio e dove raccoglierà una cospicua collezione di lavori di altri artisti, a lui vicini o da lui stimati.

«Guccione negli anni Sessanta ottenne una cattedra all’Accademia di Belle Arti di Roma e visse nella capitale fino al 1979 – spiega il critico d’arte Giacomo La Rosa, fondatore della casa d’aste Art La Rosa – e lì ebbe modo di conoscere e frequentare diversi artisti italiani: tra i quali Ugo Attardi, Renato Guttuso e Renzo Vespignani. Lavorò, inoltre, presso la Galleria d’Arte “Il Gabbiano” dove in quegli anni esposero tutti i più “grandi”. Da questa rete di amici e colleghi nasce la sua collezione privata, una vera e propria sintesi di arte figurativa e astratta del secondo Dopoguerra italiano. A questo si aggiungono le opere dei colleghi del “Gruppo di Scicli”, conosciuti anche grazie al “Movimento Culturale Vitaliano Brancati di Scicli” che con lui condividevano il desiderio di riscoprire e valorizzare quel territorio ricco di contraddizioni, attraverso nuova visione artistica votata alla libertà e al contatto con la terra madre».

Alberto Gianquinto, Finestra, dalla collezione personale di Piero Guccioni

L’eredità artistica di Guccione vive e vegeta ancora oggi, grazie alla sua straordinaria collezione privata, che sarà svelata in un’importante asta organizzata dalla Casa d’aste siciliana Art La Rosa, sabato 4 novembre. La collezione, custodita nella sua casa-studio a Quartarella, nella campagna modicana, comprende oltre 150 opere di artisti di fama internazionale, come Ruggero Savinio, nipote di Giorgio De Chirico, il celebre artista figurativo bolognese Valerio Adami e il poliedrico Hans Bellmer, noto pittore, scultore, fotografo e illustratore polacco. La lista continua con nomi del calibro di Carmelo Candiano, Giuseppe Colombo, Giovanni La Cognata, Franco Polizzi, Giuseppe Puglisi, Franco Sarnari, Piero Zuccaro (membro del Gruppo di Scicli), Alberto Gianquinto, Mario Schifano, Afro, Romano Notari, Franco Francese, Franco Battiato, Sergio Vacchi e Alberto Ziveri. Un elenco di talenti eclettici che rappresenta un vero e proprio spaccato dell’arte del Novecento.

Franco Sarnari, Flagellazione (di Piero della Francesca), 1996, dalla collezione personale di Piero Guccioni

«La sensibilità di Guccione può essere letta anche attraverso le opere dei suoi “amici”, che lo circondarono fino alla morte, a 83 anni. Nel suo “eremo di campagna” – così lo descriveva Gesualdo Bufalino – c’era questa splendida collezione di opere, che faceva parte integrante dell’arredamento della sua casa-studio. Un tesoro che sarà in asta il 4 novembre su artlarosa.com con oltre 150 opere, tra oli, grafiche e pastelli – alcuni anche dedicati al Maestro – per raccontare il Novecento e tutte le sue molteplici sfumature» – conclude Giacomo La Rosa.

In questo speciale appuntamento, saranno offerte al pubblico oli, grafiche e pastelli, e alcuni di questi sono addirittura dedicati a Guccione, rendendo questa asta un tributo commovente alla sua eredità artistica e, allo stesso tempo, un’opportunità ispiratrice per le generazioni future di artisti.

Non c’è dubbio che questa asta sarà uno dei momenti più significativi dell’anno per la casa d’aste siciliana.

La collezione privata della casa-studio di Piero Guccione
4 novembre 2023, ore 17:30
Art La Rosa Casa d’Aste | Viale Africa, 12, Catania



Artness
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!

Rimani aggiornato con le tendenze del mercato dell’arte italiano e internazionale

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Posts




Artness è un progetto di Thetis SRL
Ufficio operativo: Via Oliveti, 110 Centro Direzionale Olidor 54100 Massa (MS) Tel. +39 0585 091214 P.IVA 01020100457
Sede commerciale: Via Mengoni, 4 20121 Milano (MI) Tel. +39 02 40741330
E-mail: info@artness.it


Privacy Policy | Cookie Policy