fbpx
Dark Light

L’Asta di Dipinti e Disegni Antichi che si terrà domani, 25 maggio, da Finarte Casa d’Aste offre una selezione di opere d’arte degli antichi maestri, abbracciando quattro secoli di storia dell’arte, dal XV al XIX secolo. Tra i 187 lotti offerti spiccano quelli provenienti da due prestigiose collezioni, con disegni dei grandi artisti delle scuole italiane e importanti dipinti del Sei-Settecento.

Un viaggio nella storia dell’arte antica: 187 lotti, tra dipinti e disegni dal 1400 al 1800, con una raccolta di opere provenienti da due prestigiose collezioni. La prima, dello storico dell’arte Giancarlo Sestieri, con una proposta dedicata ai disegni e ai grandi artisti delle scuole italiane (lotti 1-85), la seconda dalla residenza romana sull’Appia Antica di Marcello Ranieri e Maria Vittoria Curto, che raccoglie più di trenta dipinti italiani del Sei-Settecento (lotti 102-124).

La copertina del catalogo dell’asta è dedicata all’inedito, magnetico dipinto di Pacecco De Rosa, raffigurante il conturbante tema biblico di Loth e le figlie (lotto 186). Un’opera sola, di una bellezza senza tempo, appartenuta per più di cent’anni alla stessa famiglia di origini napoletane, ma residente nel Nord Italia dagli anni del boom economico. Stesso destino accomuna l’Adorazione del Bambino di Joos van Cleve e atelier, appartenuto a privati da almeno un secolo (lotto 182).

Questa fortunata composizione era conosciuta finora solo attraverso versioni dipinte su tavola conservate in importanti musei europei, lo Statens Museum for Kunst di Copenhagen e la Gemäldegalerie Alte Meister di Dresda, ma il supporto di rame su cui è realizzata, rende quest’opera un unicum nella produzione del Leonardo delle Fiandre – come anche viene chiamato van Cleve – in terra straniera.

Nella vendita della settimana prossima dedicata ai Dipinti antichi sono presentate inoltre due ragguardevoli collezioni d’arte, a riprova di come i cataloghi delle aste riflettano alcuni peculiari aspetti dell’arte di possedere e di collezionare il bello.

Un nucleo di oltre novanta disegni, che Giancarlo Sestieri ha raccolto e studiato negli anni, apre la tornata unica dell’asta. I disegni e gli acquerelli appartengono perlopiù alla scuola romana e napoletana del Sei e del Settecento e riflettono i suoi interessi di storico dell’arte e di conoscitore degli Old Masters. Il fil rouge che ha guidato gli acquisti dello storico dell’arte a partire dagli anni Settanta del secolo scorso, effettuati principalmente sul mercato antiquario londinese e romano, sono gli studi di figura e di composizioni preparatori per dipinti – tra queste ultime la Vestizione di San Ranieri di Benedetto Luti per il Duomo di Pisa (lotto 6) e lo Studio per il soffitto di Palazzo Borghese a Roma di Filippo Lauri (lotto 59) ed i nudi d’Accademia (lotti 13-16).

L’articolo completo sul Blog di Finarte Casa d’Aste.

Immagine in evidenza
Loth e le figlie, Gianfrancesco De Rosa detto Pacecco
Asta Dipinti e Disegni Antichi Finarte Casa d’Aste, 25 maggio 2021




Iscriviti alla Newsletter Artness
ISCRIVITI




Related Posts