fbpx

Poco sotto le piramidi di Giza è comparsa un’enorme opera di land art realizzata dall’artista francese Saype. Il progetto Beyond Walls è iniziato nel giugno 2019 e ha l’obiettivo di realizzare simbolicamente la più grande catena umana del pianeta. Un invito a riflettere sui legami che uniscono le persone, al di là di ogni diversità.

Ai piedi delle piramidi di Giza, in Egitto, è da poco comparsa una gigantesca opera di land art, raffigurante due mani che si tendono l’una verso l’altra e si stringono, in una presa che trasmette fiducia e aiuto reciproco: si tratta di una nuova versione della famosa opera di land art dell’artista franco-svizzero Saype (nome d’arte di Guillaume Legros) a Giza, al centro del progetto di land art Beyond walls. Un’opera realizzata nel deserto, che connette idealmente la città egizia con il resto del mondo.

Nella cornice della Necropoli egizia, uno dei luoghi più simbolici e spettacolari del globo, riconosciuto come Patrimonio dell’umanità dell’UNESCO dal 1979, Beyond Walls fa di Giza una tappa fondamentale nel tour artistico di Saype, che ha come obiettivo quello di abbracciare i cinque continenti con oltre venti città diverse.

Negli ultimi cinque anni, il progetto di Saype ha toccato numerose città in tutto il mondo, da Belfast a Città del Capo, passando per Rio de Janeiro e Torino: ogni opera realizzata sul terreno naturale raffigura la medesima immagine, due mani intrecciate che rappresentano il superamento ideale dei muri che dividono l’umanità.

Riconosciuto per le sue grandi opere ultra-realistiche, apprezzabili completamente solo da una certa altezza, l’artista franco-svizzero utilizza pigmenti biodegradabili (ideati dall’artista stesso) che hanno un basso impatto ambientale. Una scelta che riflette il suo impegno concreto per un’arte sostenibile che rispetti il paesaggio senza lasciare tracce permanenti. Grazie a questa tecnica, le sue creazioni si fondono armoniosamente con l’ambiente naturale, pur avendo una vita limitata nel tempo che va dai 15 ai 90 giorni, sottolineando la natura effimera dell’esistenza e l’urgenza di agire ora per un futuro migliore.

Immagine in apertura: credit Saype



Artness
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!

Rimani aggiornato con le tendenze del mercato dell’arte italiano e internazionale

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Posts




Artness è un progetto di Thetis SRL
Ufficio operativo: Via Oliveti, 110 Centro Direzionale Olidor 54100 Massa (MS) Tel. +39 0585 091214 P.IVA 01020100457
Sede commerciale: Via Mengoni, 4 20121 Milano (MI) Tel. +39 02 40741330
E-mail: info@artness.it


Privacy Policy | Cookie Policy