fbpx

Torna eccezionalmente in Italia l’unico autoritratto di Amedeo Modigliani, grazie a una collaborazione tra il Museo Novecento di Firenze e il Museo di Arte Moderna e Contemporanea di San Paolo del Brasile. L’opera non si vedeva in Italia dal 1946.

Dallo scorso 23 marzo, il Museo Novecento di Firenze ospita una nuova rarità: si tratta dell’Autoritratto di Amedeo Modigliani (1884-1920), l’unico mai dipinto dall’artista, ceduto dal Museo di Arte Moderna e Contemporanea di San Paolo del Brasile in occasione della mostra ‘Ritorni. Da Modigliani a Morandi‘, che riunisce per la prima volta 19 opere di illustri maestri del Novecento italiano provenienti dalla collezione di Alberto Della Ragione.

L’ultima volta che l’autoritratto era stato esposto in Italia correva il lontano 1946 ed oggi viene eccezionalmente prestato dal Museo di Arte Moderna e Contemporanea di San Paolo del Brasile.

Il dipinto a olio su tela (100 x 65 cm), realizzato nel 1919, rappresenta uno degli ultimi capolavori dell’artista prima della sua prematura scomparsa a causa della tubercolosi. Acquistato originariamente nel 1938 dall’ingegnere navale e mecenate Alberto Della Ragione, l’opera fu molto probabilmente ceduta intorno al 1944, in una decisione dolorosa ma motivata. Della Ragione, nel 1944, confidò a Birolli il suo dolore per la cessione del dipinto, ma la nobiltà del gesto risiedeva nella sua volontà di sostenere artisti più giovani e sperimentali.

“È un’opera che lascia senza parole, così come la bellezza enigmatica de La Camera Incantata di Carlo Carrà, proveniente dall’Accademia di Brera, e la maestosa Crocifissione di Renato Guttuso, dalla Galleria Nazionale di Arte Moderna e Contemporanea di Roma. E non possiamo dimenticare la Natura morta con ventaglio di Soffici, che trasuda la libertà espressiva e formale delle avanguardie del primo Novecento” ha commentato Risaliti.

La presentazione di questo celebre dipinto, unico al mondo, offre non solo un’occasione per esplorare la vita e la carriera di Modigliani, ma anche per analizzare il ruolo unico del collezionista e mecenate nelle vite dei pittori e degli scultori con cui è stato in contatto.

L’Autoritratto di Amedeo Modigliani in mostra al Museo Novecento di Firenze in occasione della mostra “Ritorni. Da Modigliani a Morandi”. Ph. © Copyright ANSA

Insieme all’Autoritratto del Modì, saranno presenti in mostra capolavori come la “Natura morta metafisica” di Giorgio Morandi, “La Camera Incantata” di Carlo Carrà e la monumentale “Crocifissione” di Renato Guttuso, prestiti di inestimabile valore artistico e storico.

“Questo è un regalo straordinario per il decimo anniversario del Museo Novecento,” ha dichiarato Sergio Risaliti. “Fin dal mio arrivo, ho desiderato riunire le opere del nucleo principale della collezione di Alberto Della Ragione, alcune delle quali si erano separate nel corso del tempo, ma che poi sono state acquisite in vari musei d’Italia e del mondo. Questo obiettivo è stato raggiunto grazie alla preziosa collaborazione di Chiara Toti ed Eva Francioli, che hanno instaurato rapporti con numerosi prestatori, tutti impegnati a valorizzare l’attività di collezionista di Alberto della Ragione, uno dei più importanti del Novecento italiano.”

La mostra, curata da Sergio Risaliti, Eva Francioli e Chiara Toti, si protrarrà fino al 15 settembre 2024.



Artness
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!

Rimani aggiornato con le tendenze del mercato dell’arte italiano e internazionale

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Posts




Artness è un progetto di Thetis SRL
Ufficio operativo: Via Oliveti, 110 Centro Direzionale Olidor 54100 Massa (MS) Tel. +39 0585 091214 P.IVA 01020100457
Sede commerciale: Via Mengoni, 4 20121 Milano (MI) Tel. +39 02 40741330
E-mail: info@artness.it


Privacy Policy | Cookie Policy