fbpx

La nuova opera site specific di Jim Denevan è un monumentale mandala di piramidi di sabbia nel cuore del deserto di Abu Dhabi. Si tratta di uno dei più grandi interventi di Land Art mai realizzati ed è concepito per subire un naturale deterioramento nel corso del tempo

Nel deserto di Abu Dhabi spunta una monumentale installazione di Land Art. Si tratta dell’ultima (e più ambiziosa) installazione di Jim Denevan, intitolata “Self Similar” e fa parte dell’edizione inaugurale del programma Public Art Abu Dhabi, curato da Reem Fadda. Con una straordinaria altezza di ventisette metri e un’area di circa un chilometro quadrato, Self Similar rappresenta una delle più imponenti e magnifiche opere di Land Art mai realizzate.

L’opera è costituita da 19 cerchi concentrici, composti da 448 piramidi che si estendono sia verso l’esterno che verso l’alto, creando un mandala effimero sull’isola di Fahid. Lo spazio tra le piramidi è progettato per essere percorso dallo spettatore, permettendogli di perdersi in un labirinto onirico di simmetria, volumi geometrici assoluti e sabbia.

Ciò che rende Self Similar particolarmente unica è la sua costante evoluzione dovuta al vento e ad altri fenomeni atmosferici. L’opera trova infatti significato nella sua vulnerabilità e nella continua trasformazione della forma.

L’iniziativa del Department of Culture and Tourism, che segna il suo debutto con questo intervento include, oltre all’opera di Denevan, ben trentacinque lavori site specific disseminati lungo tutta la capitale. Fino al 30 gennaio 2024, la città si trasforma in un autentico museo d’arte contemporanea a cielo aperto grazie a questa iniziativa.

Tra gli artisti di fama internazionale provenienti dagli Stati Uniti, Jim Denevan si distingue da sempre per la creazione di imponenti opere di Land Art. La sua modalità espressiva si concretizza attraverso l’interazione con la topografia terrestre, impiegando esclusivamente materiali naturali quali sabbia, terra e ghiaccio. La pratica artistica di Denevan condivide affinità con la meditazione, poiché è intrinsecamente effimera e si basa sull’intuizione, sulla ripetizione, sul ritmo geometrico e sulla misurazione scientifica. Le sue creazioni monumentali si inseriscono armoniosamente nell’ambiente circostante, abbracciando il processo naturale di decadimento nel corso del tempo come parte integrante del loro “ciclo vitale”.



Artness
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!

Rimani aggiornato con le tendenze del mercato dell’arte italiano e internazionale

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Posts




Artness è un progetto di Thetis SRL
Ufficio operativo: Via Oliveti, 110 Centro Direzionale Olidor 54100 Massa (MS) Tel. +39 0585 091214 P.IVA 01020100457
Sede commerciale: Via Mengoni, 4 20121 Milano (MI) Tel. +39 02 40741330
E-mail: info@artness.it


Privacy Policy | Cookie Policy