fbpx

Da Cambi torna l’atteso appuntamento live dedicato al design che questa volta presenta un catalogo con il meglio della produzione internazionale, con grandi marchi come Cassina, Flexform, Frau, Arteluce.

È uno degli appuntamenti più attesi sia dagli esperti che dagli appassionati dell’arredamento d’autore: Design 200 è l’asta live di Cambi Casa d’aste dedicata ai pezzi pregiati – che si terrà nella sua sede milanese il prossimo mercoledì 27 marzo. Si preannuncia come un’occasione imperdibile per acquisire oggetti e complementi d’arredo firmati dai più grandi Maestri del Novecento e realizzati dai marchi prestigiosi come Cassina, Flexform, Frau, Arteluce.

Afra e Tobia Scarpa, Tre poltrone mod. 925. Prod. Cassina, Italia, 1966

Con creazioni, tra le altre, di Tomaso Buzzi, Max Ingrand, Luigi Massoni, Gio Ponti, Afra e Tobia Scarpa, il catalogo di Design 200 può essere considerato un omaggio alla storia e al mondo del progetto che la maison ha realizzato grazie a prestigiosi affidamenti privati.

Tra gli oggetti protagonisti dell’appuntamento le lampade a sospensione modello 2223 di Fontana Arte firmate da Max Ingrand, realizzate negli anni Sessanta in ottone, con schermo in cristallo curvato e satinato, e corpo a raggiera in cristallo colorato molato (stima: 20.000 – 40.000 euro); la lampada in vetro di Murano su una struttura in ottone prodotta da Venini a firma di Tomaso Buzzi nel 1930 c.a (stima: 4.000 – 6.000 euro).

Max Ingrand, Lampada a sospensione. Struttura in ottone con schermo in cristallo curvato satinato e corpo a raggiera in cristallo colorato molato. Prod. Fontana Arte, Italia, 1960 ca.

E ancora, nella parte dedicata all’illuminazione, una lampada a sospensione di BBPR progettata nel 1960 c.a da Arteluce in alluminio laccato, alluminio lucidato e vetro stampato prismatico satinato (stima: 15.000 – 20.000 euro) o l’originalissima lampada della serie Uchiwa, prodotta e firmata nel 1973 da Ingo Maurer, con una struttura in carta di riso, bambù e rattan, e dettagli in metallo, legno e corda (stima: 2.000 – 4.000 euro).

Tra i top lot anche un pezzo rilevante, completo di certificato di autenticità Gio Ponti Archives: il delizioso tavolo con struttura in legno e trama perimetrale a listelli firmato dal Maestro milanese nel 1940 c.a e presentato con una base d’asta tra i 6.000 e gli 8.000 euro.

Tavolo Gio Ponti, Prod. Italia, 1940 ca. Certificato di autenticità Gio Ponti Archives

Segnaliamo anche il divano con struttura e sostegni in legno e rivestimenti in tessuto prodotto intorno agli anni Cinquanta da Flexform (stima: 3.000 – 5.000 euro), e tre poltrone modello 925 realizzate da Cassina nel 1966 firmate da Afra e Tobia Scarpa (stima: 6.000 – 8.000 euro); il raffinato mobile da toilette di Luigi Massoni – con struttura in legno e rivestimenti in pelle e metallo cromato, e specchiera in cristallo – presentato con etichetta originale insieme alla sua poltrona Frau, con una stima di partenza di 3.000 – 5.000 euro.
Tra le produzioni più recenti il catalogo comprende il mobile contenitore di Ettore Sottsass prodotto da OAK Italia nel 2000 con base d’asta di 6.000 – 8.000 euro.



Artness
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!

Rimani aggiornato con le tendenze del mercato dell’arte italiano e internazionale

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Posts




Artness è un progetto di Thetis SRL
Ufficio operativo: Via Oliveti, 110 Centro Direzionale Olidor 54100 Massa (MS) Tel. +39 0585 091214 P.IVA 01020100457
Sede commerciale: Via Mengoni, 4 20121 Milano (MI) Tel. +39 02 40741330
E-mail: info@artness.it


Privacy Policy | Cookie Policy